.


Bailliage Abruzzo Nord - Evento "DEGUSTAZIONE OFFIDA" - Sabato 23 Novembre 2019


Il Bailliage Abruzzo Nord ha il piacere di presentare l'evento "DEGUSTAZIONE OFFIDA" che si svolgerà Sabato 23 Novembre 2019 all'Osteria Ophis a Offida ( AP )

Di seguito la lettera di presentazione della serata da parte del Bailli Carlo Del Torto:

"Cari Amici,

questa volta ci spostiamo nella vicina Marche nell'ormai noto territorio di Offida. 


In allegato il menù con l'indicazione dell'aperitivo e visita presso l'Enoteca Regionale delle Marche.

Prezzo euro 45,00 oltre euro 10,00 per la degustazione dei grandi vini locali, accompagnata da salumi tipici.

OSTERIA OPHIS a noi riservata per posti limitati.

In attesa auguro un felice fine settimana.

VIVE LA CHAINE

Carlo Del Torto"

 

Ecco, qui sotto, una presentazione dello Chef Daniele Citeroni Maurizi di un suo libro e dello staff che collabora con lui.

"Ciao a tutti, sono Daniele e la cucina è la colonna sonora della mia vita. Nipote di due nonne maghe dei fornelli, buongustaio dalla nascita e cuoco sin dai primi anni dell'adolescenza. La passione e l'inclinazione naturale non bastano per ottenere risultati, per questo mi sono diplomato alla Scuola Alberghiera e ogni anno dedico all'aggiornamento una parte importante del mio tempo. Amo le cose ben fatte, la mia cucina è l'espressione della mia terra: le Marche e, nel particolare, il Piceno. Sapori veri, tecniche di trasformazione tradizionali si affiancano a idee e metodi di nuova generazione perchè nel mio ristorante la sperimentazione è fondamentale."

"In tutte le librerie trovate il mio libro La Cucina Picena. Il volume contiene una serie di ricette tipiche del Piceno, scritte e in parte ripensate in chiave contemporanea. Tuttavia non si tratta di un semplice libro di ricette ma è uno spazio emotivo, narrativo ed esperienziale, legato alla tradizione e all'identità del territorio piceno. Il libro mostra come la gastronomia locale ha saputo mantenere sostanzialmente intatta nel tempo la sua genuinità, ma al contempo si è adeguata ai metodi più salutari della gastronomia moderna. La cucina picena si caratterizza, infatti, per la semplicità e il sano beneficio della dieta mediterranea."

"Al mio fianco, una squadra di ragazzi giovani e competenti, che condividono con me gli ideali di naturalità e qualità, e mi aiutano a portare in tavola tutta la mia ricerca e la mia passione. La mia cucina è saldamente ancorata alla tradizione locale e si basa su materie prime di altissima qualità che amo selezionare e reperire personalmente."

Ed ecco una interessante descrizione di Borgo Offida, considerato uno dei più belli d'Italia:

Offida, borgo antico racchiuso dalle mure castellane del XV sec,  è inserito tra I borghi più belli d'Italia. Posto su uno sperone roccioso, tra le valli del Tesino e del Tronto, è noto per la laboriosa e  paziente arte del delicato merletto al tombolo, tradizione antica, a cui è dedicato un museo. Il vasto piazzale panoramico all’ingresso del nucleo antico accoglie i resti della quattrocentesca Rocca, a cui piedi si trova il Monumento alle Merlettaie. La lavorazione del merletto a tombolo è tuttora molto diffusa: non è raro infatti, passeggiando nel centro storico, scorgere nella penombra degli atri delle case signore intente al lavoro con i piccoli fuselli di legno. Il museo del merletto a tombolo (che dispone di un apposito percorso per le persone non vedenti), si trova all’interno dell’ottocentesco palazzo De Castellotti – Pagnanelli che, dal 1998, ospita anche il museo archeologico “G. Allevi”, il Tradizioni Popolari e la Pinacoteca comunale e costituisce così un vero e proprio polo culturale.  Il cuore del borgo è Piazza del Popolo, dall’insolita forma triangolare, sulla quale si affacciano edifici diversi per stile e materiale. Sul lato principale si ammira il Palazzo Comunale, con una elegante loggetta di tredici colonne in travertino e portico del XV sec. formato da colonne in laterizio con capitelli in travertino. Dal porticato del municipio si accede allo splendido Teatro del Serpente Aureo, costruito nell’800, ricco di stucchi e intagli dorati. Sulla stessa piazza si affaccia anche la settecentesca Chiesa della Collegiata, che presenta una facciata dallo stile composito e la Chiesa dell’Addolorata, dove è custodita la Bara del Cristo Morto. Posco distante sorge la Chiesa di S. Agostino, con l’annessa Cappella del Miracolo Eucaristico. L’edificio di culto più importante è posto al margine dell’abitato, su una rupe dalle pareti scoscese: si tratta della Chiesa di Santa Maria della Rocca, imponente architettura romanico-gotica in cotto, costruita nel 1330 su una preesistente chiesetta longobarda; al suo interno si ammirano i bellissimi affreschi del Maestro di Offida del XIV sec.L’ex-monastero di San Francesco, nel centro storico di Offida, ospita l’enoteca regionale che offre una panoramica completa della produzione enologica del piceno e delle Marche. Tra gli eventi più significativi che hanno luogo a Offida nel corso dell'anno ricordiamo: il Carnevale storico di Offida (gennaio, febbraio), Offida Opera Festival (settembre) e Di Vino in Vino (settembre). Le eccellenze enogastronomiche locali sono: il chichì ripieno (una focaccia con tonno, alici, capperi e peperoni), a cui è dedicata una sagra, i “funghetti” (dolcetti a base di anice) e i vini Terre di Offida DOC e Offida DOCG.

 

Vi presentiamo, poi, una descrizione dei vini e della Enoteca Regionale delle Marche:

Vini DOCG e DOC

La realtà vitivinicola picena può contare su una DOCG - “Offida” caratterizzata da tre tipologie: Pecorino, Passerina ed Offida Rosso e su 3 DOC: Rosso Piceno (anche nella tipologia Superiore) che nel 2008 ha festeggiato il quarantennale dell’istituzione (1968), Falerio e Terre di Offida (nelle tipologie Passerina Passito, Vin Santo e spumante)... (continua nella sez. sottostante)


Enoteca Regionale delle Marche

La data che segna un momento fondamentale per la storia enologica della città di Offida è il 30 maggio 1999, giorno in cui è stata inaugurata l’Enoteca Regionale delle Marche, attualmente l'unica riconosciuta nel territorio regionale, situata nel suggestivo ex convento di San Francesco

 

VINI DOC e DOCG con uve pecorino

Offida pecorino DOCG dal 2011 : pecorino 85%, resa per ettaro 90 ql
Falerio Pecorino DOC dal 2011: pecorino 85%, resa per ettaro 110 ql.
Falerio dei colli Ascolani DOC dal 1975 con successiva modifica del 1997 : pecorino 10-30%

Il vino ottenuto da questo vitigno è di colore giallo paglierino con riflessi verdolini in gioventù, di grande luminosità e vivezza anche dopo qualche anno quando il colore vira sui riflessi dorati. Al naso l’impatto è intenso ed elegante di frutta e fiori maturi e note di erbe aromatiche. In bocca l’ingresso è sontuoso senza cedimenti, la soddisfazione è immediata, l’equilibrio perfetto, il finale è lungo di note fruttate e minerali.

 

VINI DOC e DOCG con uve passerina

Offida passerina DOCG dal 2011 (solo fermo): passerina 85%, resa per ettaro 90 ql.
Terre di Offida DOC dal 2011: Passerina 85%, tipologie: Spumante, Passito, Vino Santo, resa per ettaro 120 ql.
Falerio dei colli Ascolani DOC dal 1975 con successiva modifica del 1997: passerina 10-30%

Secco e fermo, questo vino presenta un bel colore giallo paglierino vivo e luminoso; al naso con note di frutta e fiori freschi dolci e piacevoli; in bocca l’ingresso è piacevole con note fresche in evidenza, ma di buon equilibrio e persistenza gusto-olfattiva. Ottimo se abbinato a piatti di pesce e verdure. Questa uva, se vendemmiata in leggero anticipo, offre spumanti di piacevolezza assoluta sia al naso, con frutti bianchi e gialli e fiori , sia in bocca, con la bollicina sottile e persistente. Uva adatta anche alla produzione di passiti e vino santo, dopo lungo passaggio in legno il colore diventa di ambra luminosissima, con note di frutta matura , secca e confettura di frutta. Da abbinare a pasticceria secca ed in particolare con i funghetti di Offida.

 

VINI DOC e DOCG con uve Montepulciano

Offida rosso DOCG dal 2011 (in commercio dal 2013): montepulciano 85%, resa per ettaro 85 ql.
Rosso Piceno DOC: Montepulciano 35 -70%

Si mostra di colore rubino, che assume riflessi granati con il passare degli anni. Al naso la nota di marasca è sempre in bella evidenza, ampliata da note speziate e aromi evoluti. In bocca l’ingresso è sempre deciso ed elegante. Vino di grande struttura l’Offida Rosso si abbina a timballi e lasagne con sughi di carne e piatti a base di carni rosse arrostite e grigliate.

 

Rosso Piceno DOC

Montepulciano 35-70%, sangiovese 30-50%, Resa per ettaro 130 ql. Per il superiore affinamento minimo di 12 mesi

Vino dal colore rosso rubino con riflessi granati, profumi di frutta fresca, confetture e spezie, in bocca il sapore è intenso. Nel suo maturare può migliorare per intensità e complessità. Ottimo con formaggi abbastanza piccanti, primi piatti con sughi di carne, arrosti e grigliate.

 

Falerio dei Colli Ascolani

Trebbiano toscano 20-50%, pecorino 10-30%, passerina10-30%, Resa per ettaro 130 ql

Vino bianco della tradizione, apprezzato soprattutto sulla costa per la sua grande capacità di abbinarsi con i piatti della cucina marinara. È un vino da bersi giovane, per apprezzarne al meglio le doti di fragranza e vivacità gustativa, sia come aperitivo sia in abbinamento a piatti di pesce.

 

 


CHAÎNE DES RÔTISSEURS

Via Cavour 25 - 39100 - Bolzano
E-mail: info@chaine-des-rotisseurs.it

 
© Chaîne des Rôtisseurs - International Association of Gastronomy - P.Iva: 97265780151 | Trattamento dati personali

 

 

Privacy Policy